Visitare Varese

By | 28 Novembre 2018
vista di Varese

Protesa verso la Svizzera, nella  parte nord ovest della Lombardia, si trova la città di Varese, ai piedi del Sacro Monte di Varese, nelle prealpi Varesine. Varese si trova in una posizione particolarmente felice, non distante dall’Aeroporto della Malpensa e vicino al lago Maggiore ma ha anche il suo lago omonimo che la rende un luogo turisticamente interessante.

Le origini di Varese

Si ritrovano tracce di insediamenti nell’attuale territorio di Varese che risalgono addirittura alla preistoria. Molti reperti, infatti, di quest’epoca sono conservati ed esposti nel Museo di Villa Mirabello che vale una visita almeno per entrare in sintonia con la storia di Varese.

Le tracce dei primi insediamenti dimostrano che delle palafitte abitate erano presenti sull’isolino Virginia già nel 3000 a.C.

I ritrovamenti si devono all’opera di ricerca archeologica dell’Abate Stoppani che, insieme a due archeologi svizzeri, rinvennero su quest’isolotto i resti palafitticoli a altri scavi rinvennero analoghi reperti anche in un’altra decina di aree, tutte datate tra il neolitico inferiore e la prima età del ferro.

Non si hanno notizie di Varese, realmente, a parte i reperti ritrovati, fino allo sviluppo della cultura di Golasecca e la cui evoluzione continuò decisamente oltre la fondazione dell’Impero Romano; parliamo, quindi di una storia molto antica di Varese.

Il clima di Varese

Nonostante la sua vicinanza al lago Maggiore,  Varese, adagiata su sette colli che arrivano a modeste altezze, al di sotto dei mille metri, non risente molto del clima temperato di cui godono le cittadine sulle sua rive.

Nemmeno il Lago di Varese , a sud della città e che lambisce diverse sua frazioni, serve a mitigare più di tanto il clima varesino.

Nel periodo tardo autunnale e in inverno le temperature scendono spesso anche sotto allo zero ma le nebbie non sono molto frequenti. La pioggia che alcuni decenni fa faceva di Varese una delle località più piovose d’Italia, negli ultimi anni ha decisamente calato la sua copiosità.

montagna sopra lago di varese

Cosa vedere a Varese

Varese abbonda in edifici religiosi tra cui uno dei più rilevanti è la Basilica Collegiata di San Vittore che risale al periodo tra il XVI e il CVII secolo. L’edificio attuale sorge, però, su una preesistente struttura trecentesca.

Il presbiterio della Basilica venne costruito nel 1542 mentre il corpo della Chiesa, progettato da Pellegrino Pellegrini venne edificato nel 1580.

Il Battistero di San Giovanni Battista

Accanto alla Basilica si trova il Battistero di San Giovanni Battista ( a quale personaggio meglio di lui poteva essere intitolato il simbolo del battesimo?). Il Battistero venne edificato tra il XII e il XIII secolo ma internamente allo stesso sono evidenti le testimonianze di una precedente edificazione a pianta esagonale che precedette quella attualmente visibile di ben quattro secoli.

All’interno del battistero puoi ammirare una splendida statua della Madonna in trono al di sopra dell’altare circondata da Santi e da vedere anche la fonte battesimale ottagonale monolitica che è sopra alla vasca battesimale che risale al VII – VIII secolo.

Il Sacro Monte di Varese

Dopo aver visitato anche altre chiese, in funzione del tempo a disposizione, non puoi mancare una visita a quello che è il simbolo della devozione religiosa dei varesini: il Sacro Monte.

Detto anche “Fabbrica del Rosario” risale al tardo ‘500. Consiste in una via della lunghezza di circa 2 Km e sulla quale sono disseminate 14 Cappelle votive per ripercorrere i misteri del Rosario.

Nel 2003 l’Unesco ha inserito questo Sacro Monte, insieme a tutti gli altri esistenti in Piemonte e Lombardia nell’elenco dei siti Patrimonio dell’Umanità.

Una curiosità su questo importante luogo religioso: i misteri del Rosario sono 15 mentre le cappelle votive sono 14; una dimenticanza, un errore? No, in realtà il quindicesimo mistero è rappresentato dell’importante santuario che si trova sulla sommità del Sacro Monte, a 800 metri sul livello del mare.

Gli Edifici storici di Varese

Una città di cotanta storia antica non poteva non essere anche ricca di Edifici storici. Ce ne sono davvero tanti; Tra tutti segnaliamo la Villa Recalcati che fu edificata nella prima metà del 1700 e concepita come albergo di lusso per i nobili dell’epoca.

Oggi questa storica villa ospita la sede della Provincia e della Prefettura.

Villa Toeplitz

La villa Toeplitz , considerata una delle più belle con Parco pubblico della città, sorge in località Sant’Ambrogio. Fu modesta proprietà residenza di campagna della famiglia tedesca Hannesen a poi il banchiere Toeplitz l’acquistò nel 1914 e venne ampliata e abbellì. Passata di mano in mano tra gli eredi, infine passò nella proprietà del Comune di Varese nel 1972.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × tre =