Scatole per imballaggio: quali sono i vantaggi di scegliere cartone

By | 20 Giugno 2022
Scatole per imballaggio quali sono i vantaggi di scegliere cartone

Nel momento in cui si parla di imballaggi, è bene mettere in evidenza come le scatole di cartone si possono considerare una delle soluzioni più azzeccate e apprezzate. Indipendentemente dal tipo di lavoro che si deve svolgere, ad esempio un trasloco piuttosto che una spedizione, ecco che le scatole di cartone si possono considerare davvero una delle soluzioni da prediligere.

Il cartone, infatti, è uno di quei materiali che hanno una serie di caratteristiche che lo rendono davvero adatto per ogni imballaggio. In effetti, in caso di operazioni piuttosto complicate come il trasporto oppure la conservazione di svariate tipologie di prodotti, è fondamentale puntare su un materiale per imballaggi che sia in grado di assicurare un alto livello di resistenza e di efficacia.

Un’ottima soluzione sia per aziende che per privati

Indipendentemente dal fatto che sia un trasloco oppure una spedizione, è fondamentale puntare su un materiale dotato di determinate caratteristiche. È fondamentale, quindi, curare in modo molto preciso tutte le fasi dell’imballaggio, che varia in base al tipo di prodotto che si ha la necessità di spedire.

Gli scatoloni in cartone si possono considerare un’ottima soluzione in modo particolare per soddisfare le esigenze delle aziende. Queste ultime, infatti, hanno bisogno di pacchi realizzati con dei materiali particolarmente resistenti, ma al tempo stesso che costano poco, in grado di garantire sempre e comunque l’integrità dei prodotti che vengono trasportati e spediti.

Tanti i vantaggi di puntare sugli scatoloni in cartone. Prima di tutto il fatto che si tratta di imballi piuttosto leggeri, senza dimenticare come sia un materiale che dura a lungo e che è in grado di resistere rispetto agli urti e alle cadute. In questo senso, riescono a supportare il trasporto di ogni tipo di merce, anche quelle più delicate.

Le principali tipologie di cartone da imballaggio

In commercio ci sono tanti tipi di cartoni che si possono usare per l’imballaggio, sfruttandoli per la realizzazione della copertina, così come del foglio ondulato. In primo luogo, troviamo la carta duplex: si tratta di una soluzione che viene sfruttata soprattutto quando si ha la necessità di realizzare delle shopper, così come degli imballaggi molto sottili. La carta duplex, tra le altre cose, si può utilizzare anche in vari strati per creare degli imballaggi che si adattano a spedizioni di differenti merci.

La carta medium, invece, viene realizzata sfruttando il macero di fibre caratterizzate da una qualità media. Dal punto di vista tecnico, si tratta di una soluzione che può aumentare la qualità combinando l’amido all’interno dell’impasto. In questo modo, ecco che si può ottenere un materiale in grado di garantire un alto livello di resistenza e, al contempo, anche di versatilità.

Un altro tipo di carta che viene usato per la realizzazione di scatole per trasporti e spedizioni è quella semichimica. Esattamente al pari della medium, anche in questo caso ci sono delle peculiarità dal punto di vista tecnico di qualità media. E anche in questo caso si può ottenere un notevole miglioramento in fase di produzione, in maniera tale da poter realizzare degli imballaggi in grado di garantire stabilità e una notevole tenuta. La carta semichimica era particolarmente diffusa fino a qualche anno fa. Al giorno d’oggi, invece, si tratta di un modello che sta pian piano scomparendo per colpa di costi di produzione davvero molto alti. Di conseguenza, ecco che il posto della carta semichimica sta per essere preso da paste ad elevata resa, che presenta una lavorazione decisamente facile, ma che al contempo comporta dei costi particolarmente contenuti. Anche la carta camoscio viene usata per la creazione di imballi resistenti, ma dal punto di vista tecnico presenta qualità più basse rispetto alle tipologie viste in precedenza.