Cinque città da visitare in Portogallo

By | 23 Aprile 2020
sintra

Quali e quanti sono i paesi che popolano la nostra immaginazione? Quelli in cui sogniamo di andare in visita, per le vacanze o addirittura per il resto della vita. Sì, perché la tendenza è sempre più forte ad abbandonare il proprio paese d’origine per trasferirsi in posti magari più improntati su uno stile di vita differente, o che possano garantire un’abitudine climatica diversa dalla nostra.

La penisola iberica è sempre stata meta trafficata per quel che riguarda le vacanze, ma non deve stupire il fatto che anno dopo anno sia sempre più alto il numero dei pensionati che si trasferiscono in Portogallo. Più tranquillo della Spagna, ma con le stesse condizioni climatiche ed in grado di garantire un buonissimo livello di vita. Proviamo ad elencare quali sono le cinque città che vale la pena di visitare almeno una volta in Portogallo.

Lisbona e Sintra

Impossibile non cominciare questa rassegna mettendo Lisbona al primo posto: una città che sembra costituita da un’infinità di cartoline sovrapposte. Al di là dei musei e monumenti, dei suoi luoghi più iconici, ogni scorcio sembra davvero un capolavoro posto lì di fronte ai nostri occhi per entusiasmarci e lasciarci senza fiato. È una città che sembra contenerne una moltitudine al suo interno, e che merita senza ombra di dubbio alcuno una visita prolungata e dettagliata.

Molto vicina a Lisbona, sorge Sintra, un altro luogo che definire meraviglioso è riduttivo. Eretta a soli 30 chilometri di distanza dalla capitale, e dunque facilmente raggiungibile utilizzando la macchina ma anche il servizio di autobus appositamente fornito, Sintra è davvero di una bellezza rara. Sembra quasi di immergersi in una fiaba, nel passeggiare tra i suoi innumerevoli palazzi che racchiudono una quantità incredibile di storia e di arte, con correnti architettoniche completamente diverse tra loro separate da pochi metri.

La storia e la fede

Passiamo adesso ad altri centri urbani, più o meno celebri a livello mondiale per diverse ragioni. Uno tra tutti è sicuramente Porto, la città dalla quale è stato ispirato il nome dell’intera Nazione. Grandissima e rinomata produttrice ed esportatrice di vini, la città marinara è un concentrato di storia e di tradizione. Davvero impossibile non far rientrare questo luogo all’interno del nostro ipotetico giro del Portogallo.

Restiamo sul percorso storico per dare il meritato spazio a Coimbra, forse la meno nota tra le cinque città di cui stiamo parlando al di fuori dei confini portoghesi, eppure così importante per questo paese. Coimbra è infatti stata la antica capitale del Portogallo, ed è una città particolarmente ricca dal punto di vista architettonico: musei, monumenti e cattedrali non mancano, e passeggiando per le sue strade ce ne renderemo sicuramente conto.

Dalla storia alla religione, come non citare una delle icone del cristianesimo a livello globale? Chi, infatti, può asserire di non aver mai sentito parlare nel corso della sua vita di Fatima? Questo è certamente il luogo di culto e pellegrinaggio più importante del Portogallo, una Nazione che si presenta come particolarmente religiosa nel suo complesso. Milioni di pellegrini visitano però il Santuario di Fatima ogni anno, ormai da decenni. Una visita a questo luogo ed alla città intera non potrà che arricchire il nostro viaggio a livello culturale e, perché no, anche spirituale.

Queste erano quindi le cinque città più caratteristiche del Portogallo che, in un ipotetico viaggio alla scoperta di tale stato, non potremmo davvero perderci. Ma questa Nazione è un vero e proprio crogiolo di arte, cultura, storia e religione: i luoghi che varrebbe la pena visitare sono davvero tanti, molti più di quelli che potrebbero essere riassunti in queste righe. Ecco perché vale la pena di provare un’esperienza a tuttotondo e provare a visitare quante più aree possibili del bellissimo Portogallo.