Pedicure e cura dei piedi: perché è fondamentale e come farla

By | 15 Novembre 2021
pedicure

Indice

  1. Tipi di pedicure
  2. L’importanza di pedicure e cura dei piedi
  3. Come fare la pedicure in casa
  4. Conclusioni

I piedi sono coperti per gran parte dell’anno e per questo spesso vengono trascurati, tuttavia sono importantissimi. Cosa c’è da sapere su pedicure e cura dei piedi? Ecco perché è fondamentale e come farla!

Le mani vengono curate molto di più dei piedi perché sono sempre in vista ed esposte ad acqua, sbalzi di temperature e intemperie, eppure anche i piedi sono importanti.

I piedi sorreggono il peso del corpo, assicurano la posizione eretta, mantengono l’equilibrio e consentono la deambulazione. Inoltre esercitano fascino e sensualità.

La noncuranza riservata ai piedi potrebbe rovinarli a livello estetico, causare dolore e ospitare colonie di batteri e funghi responsabili di vere e proprie malattie.

Tipi di pedicure

La pedicure e i trattamenti mirati sono i migliori alleati quando si tratta di cura dei piedi perché permettono di prevenire l’insorgenza di problematiche e conferire loro un aspetto gradevole.

Ciò nonostante, quando si parla di pedicure e cura dei piedi, è necessario saper scegliere tra pedicure curativa e pedicure estetica. Che differenza c’è tra pedicure estetico e curativo?

  • Curativa – Il pedicure curativo tratta le problematiche tipiche dei piedi, tra le quali spiccano micosi delle unghie, duroni, calli, verruche e unghie incarnite. È il podologo a occuparsi della pedicure professionale.
  • EsteticaCosa si intende per pedicure estetico quindi? Questo tipo di pedicure lavora sull’estetica dei piedi, conferendo un aspetto liscio, idratato e curato. Può essere effettuato a casa o presso un centro estetico.

L’importanza di pedicure e cura dei piedi

La pedicure è fondamentale per ripristinare e mantenere il benessere e la bellezza dei piedi non soltanto nei mesi estivi. Perché?

Avere piedi curati non è soltanto una questione estetica di cui occuparsi in estate quando si tolgono calzini, calze e scarpe chiuse, ma soprattutto di salute.

Anche avere i piedi semplicemente screpolati può diventare un problema se la pelle non viene idratata a dovere in quanto le aree più screpolate possono dare prurito, far male e sanguinare.

Al contrario un durone può essere talmente spesso da causare dolore e fastidio nell’area interessata fino a rendere difficile sostenere una lunga passeggiata.

Un callo non curato invece può portare alla desquamazioni della pelle e alla formazione di piccole lesioni urenti e fastidiose. A lungo andare può persino dare vita a infezioni.

E ancora, l’eliminazione delle unghie incarnite evita l’insorgenza di infezioni locali e la loro diffusione nei tessuti circostanti. Se trascurate possono addirittura coinvolgere l’osso.

Il disinteresse verso un unghia affetta da micosi comporta un cambiamento del colore naturale, un aspetto spesso e deformato e una minore resistenza. Progredendo, poi, la micosi potrebbe causare un cattivo odore e portare alla perdita dell’unghia.

Come fare la pedicure in casa

La pedicure home made non sostituisce l’appuntamento con il pedicure curativo professionale o il pedicure estetico eseguito da mani esperte, ma aiuta ad avere piedi curati e belli ed evitare la formazione di duroni, calli e screpolature.

Ormai non si tratta solo di estetica. L’arrivo di prodotti ad hoc come Onixan per esempio permette di prendersi cura dei piedi a 360 gradi e previene le infezioni micotiche.

Tutto quello che bisogna fare per avere piedi curati e bellissimi è imparare cosa serve per la pedicure, come fare la pedicure in casa e inserirla nella routine settimanale. Ecco qualche consiglio.

  1. Pediluvio – I piedi vanno immersi in una bacinella di acqua né troppo fredda né troppo calda in modo da ammorbidire la pelle e le unghie. Bastano dieci minuti.
  2. Asciugatura – Prima di iniziare con la pedicure estetica fai da te è bene asciugare i piedi in modo da lavorare meglio e permettere l’assorbimento dei prodotti.
  3. Taglio unghie – Dopo aver rimosso l’eventuale smalto è necessario trattare le cuticole, tagliare le unghie con le forbicine o un tagliaunghie e limarle. L’essenziale è tagliarle corte e regolari per evitare che diventino incarnite.
  4. Scrub – L’applicazione di uno scrub permette di eliminare la pelle secca, i calli e lo sporco e anche di preparare la pelle ad accogliere la crema idratante.
  5. Levigatura – Oltre allo scrub è necessario usare una pietra pomice asciutta o una spazzola apposita per levigare la pianta, l’alluce e il tallone in modo da scongiurare la formazione di duroni.
  6. Crema idratante – L’applicazione di una crema idratante attraverso un massaggio dolce aiuta a nutrire la pelle, rilassare e favorire il microcircolo.
  7. Smalto – La pedicure può essere completata con l’applicazione di una base o uno smalto colorato dal finish preferito.

Conclusioni

La pratica della pedicure deve entrare nelle abitudini settimanali per prendersi cura dei piedi ed evitare problematiche che, se trascurate, diventano difficili da curare e mettono a disagio.