Come combattere la stitichezza con rimedi naturali

By | 27 Dicembre 2019
stitichezza

La stitichezza è un problema molto diffuso, al punto che si conta possa colpire 13 milioni di italiani, dei quali la maggior parte donne. Sicuramente uno stile di vita frenetico, caratteristico della popolazione occidentale, con una dieta povera di scorie contribuisce all’insorgenza di fenomeni di stitichezza. Oltre a ciò, spesso alla base della stitichezza vi sono dei seri problemi di salute, come il prolasso della parte terminale dell’intestino.

Ma cos’è la stitichezza? Quali sono le cause e i rimedi per combatterla?

Cos’è la stipsi

La stipsi, o comunemente stitichezza, non è classificabile come malattia, ma bensì come un sintomo che può insorgere a causa di svariate alterazioni dell’intestino. Altre volte, invece, l’origine della stitichezza va rintracciata in quelle patologie che interferiscono con un corretto funzionamento intestinale.

La stitichezza comporta un ritardo e una difficoltà nell’evacuazione delle feci. In termini medici, si definisce stitichezza se nell’ultimo anno vi sono stati degli episodi prolungati per almeno 12 settimane, non necessariamente consecutive.

Le cause della stitichezza

La stitichezza può dipendere da un numerose e diverse cause:

  • errate abitudini e squilibrati stili di vita: come una dieta non bilanciata correttamente che non fornisce all’organismo quell’apporto di vitamine e fibre necessarie per un corretto transito intestinale, congiuntamente ad un’eccessiva sedentarietà e fermezza;
  • condizione patologiche: che affliggono la muscolatura pelvica o proprio il tratto intestinale discendente, o ancora patologie di tipo psicologico e neurologico che inibiscono la corretta evacuazione;
  • stato di gravidanza: il più delle volte, porta con sè una marcata stitichezza che perdura per tutto il periodo gestazionale;
  • utilizzo costante di determinati farmaci: da non sottovalutare, se protratto per molto tempo.

Qualora i sintomi associati ad una stitichezza aumentassero, presentandosi come sangue nelle feci, vomito, febbre, anemia, violenti crampi addominali e feci sottili è opportuno sottoporre il problema ad un medico specialistico.

Stitichezza: i rimedi naturali

La stitichezza non necessita immediatamente di un intervento farmacologico associato, ma può essere risolta con dei rimedi naturali, maggiormente consigliati.

Possono arrivare in nostro soccorso anche dei preparati erboristici con effetto lassativo.

Come rimedi naturali contro la stitichezza, che aiutano nella distensione addominale, sono degli ottimi alleati gli integratori del tutto naturali a base di carciofo e tarassaco, con azione disintossicante per il fegato e regolarizzante per il transito intestinale.

Abitudini comportamentali

Anche il comportamento può influire sulla stitichezza. Ecco alcuni accorgimenti da poter adottare:

  • non rimandare l’atto della defecazione: temporeggiare o rimandare bisogno di defecazione è una cattiva abitudine, che rischia di inibire gli stimoli del retto;
  • evitare grandi sforzi per defecare: al contrario, forzare la defecazione rischia di pregiudicare la normale coordinazione tra i meccanismi fisiologici coinvolti nell’evacuazione delle feci;
  • praticare una corretta alimentazione ed esercizio fisico: una corretta alimentazione, associata con una moderata attività fisica, può essere in grado di combattere sia uno stile nutrizionale poco sano che un’eccessiva sedentarietà.

Bere molta acqua

L’acqua è fondamentale per il buon funzionamento dell’intero organismo, in particolar modo per l’apparato gastrointestinale. A livello intestinale la giusta assunzione di acqua favorisce il meccanismo di peristalsi e la conseguente evacuazione delle feci.

La dose minima giornaliera consigliata è pari a 2 litri di acqua, quindi si consiglia di portare sempre con sé una bottiglietta d’acqua, in modo da provvedere alla corretta idratazione dell’organismo anche fuori casa.

Assumere fibre alimentari

Necessario è anche un consumo periodico e costante di alimenti ricchi di fibra, principalmente frutta, verdura fresca, legumi, cereali integrali, crusca, frutta secca, semi di lino e tuberi. Le fibre riescono ad essere un ottimo alleato contro la stitichezza perché rendono le feci morbide, compatte e voluminose. Unitamente all’acqua, le fibre alimentari hanno un’importante azione gelificante nei confronti della massa fecale, che facilita i movimenti di peristalsi e l’evacuazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 4 =