Arredamento facile: il soggiorno con cucina open space

By | 25 Marzo 2019
cucina open space

Idee e consigli per la creazione di un ambiente cucina soggiorno open space seguendo la linea delle ultime tendenze di progettazione, rendendo la casa moderna e accogliente grazie anche al negozio Pari Cucine, dei veri esperti in fatto di arredo e design di una cucina a vista: ecco come valorizzare l’arredamento del  proprio angolo cottura.

Differenze cucina separata e cucina a vista

Quando si decide di ristrutturare casa, specialmente se è vecchia, si tende a rifare due stanze specifiche: il bagno e la cucina. Non è solo un fatto di sicurezza degli impianti, bensì anche per un fattore estetico ed economico. Di solito, la valutazione di un immobile si basa anche su questi due elementi . Di norma, la zona cucina può essere classificata in due modi, ovvero la classica cucina separata e l’angolo cottura. Per quanto riguarda la prima soluzione, si può trovare nelle case costruite qualche anno fa e si tratta della netta divisione tra la cucina e il soggiorno o sala da pranzo. Un tempo, le mamme e soprattutto le nonne passavano molte ore in questa stanza a preparare manicaretti fatti in casa, coem la pasta a mano o il pane. Dopo il boom economico, anche le abitazioni hanno iniziato a modernizzarsi e a seguire i canoni dettati dall’America, nazione molto ricca e tecnologicamente più avanzata. Quindi, arrivarono la lavatrice e la cucina all’americana, ovvero l’angolo cottura a vista in modo da creare un open space tra il soggiorno e la cucina. Questa moda è rimasta salda anche oggi: grazie a un sondaggio per le agenzie immobiliari, è emerso che più della metà degli italiani che è alla ricerca di una casa vorrebbe una cucina open space verso la zona living, contro il 30% che rimane saldo sulla cucina separata.

Integrazione cucina open space e living

Questo risultato ha delle conseguenze: i maggiori produttori di cucine italiane e i suoi rivenditori, come ad esempio il negozio Pari Cucine, hanno cambiato il concept alla base della progettazione dell’ambiente cucina. Si stanno creando quindi nuove tipologie di arredi per raggiungere un solo scopo: interagire con lo spazio circostante adattandosi meglio a un ambiente unico ma con tre funzioni, ovvero soggiorno, cucina e sala da pranzo. Per arrivare a questo obiettivo, naturalmente, occorrono alcune accortezze: per gli odori, bisogna fornire l’ambiente di una cappa aspirante molto potente; basi e pensili devono avere lo stesso stile dei  mobili presenti in soggiorno, ma è possibile cambiare il loro colore allo scopo di attuare una separazione virtuale tra i due ambienti; fornire il tutto con un’isola o penisola con sgabelli in modo da sedersi e mangiare in tranquillità. Dall’altra parte, poltroncine, divano o vari pouf potranno essere posti attorno a uno o più tavolini bassi in modo che gli ospiti possano interagire con chi sta cucinando ma al contempo gustare il cibo.

Angolo cottura open, elementi indispensabili

I grandi chef adesso sono diventati più famosi delle rockstar, tanto da dettare anche le tendenze in cucina, come lo show cooking. Si tratta di mostrare come si cucina una determinata pietanza ai propri ospiti, i quali poi assaggeranno i manicaretti preparati e giudicheranno l’operato del cuoco o della cuoca. Diventa indispensabile quindi che la zona cottura sia visibile dalla zona soggiorno.

Qualora si decida di acquistare un’abitazione di qualche anno fa e si vorrebbe rifare la cucina e trasformarla da cucinotto separato a cucina a vista, bisogna studiare una soluzione in modo da trasformare i due locali separati in un unico ambiente. Sarà indispensabile una planimetria per verificare la giusta porzione di parete da demolire, verificare che essa non sia un muro portante e controllare la posizione degli attacchi degli impianti gas e acqua. Altro elemento fondamentale è la scelta delle posizioni di ogni funzione della cucina, in modo da creare uno spazio adatto alle proprie abitudini ma che non sembri caotico e trascurato.  I pensili chiusi sono la soluzione migliore per tenere in ordine, magari spezzati da qualche ripiano a giorno da decorare con complementi di arredo o elementi della cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 1 =